Italia Eventi 24
LinguaIT
Lunedì dell’Angelo: in cattedrale le Reliquie di Sant’Efisio
Approfondimento a cura di Ottavio Nieddu

Quest'anno, a causa delle restrizioni dovute a COVID19, la Confraternita del Gonfalone (esclusivamente nella persona del Presidente) porterà in cattedrale le Reliquie di Sant'Efisio. L'arcivescovo mons. Giuseppe Baturi celebrerà la Messa Solenne rinnovando il voto al Santo

La devozione nei confronti di Sant’Efisio per i cagliaritani accompagna da sempre le vicende della vita nella quotidianità e durante gli eventi eccezionali. Gli abitanti della città di Cagliari si sono invocati alla sua intercessione anche durante il tentativo di invasione perpetrato con intensi cannoneggiamenti dalla flotta francese avvenuto nel golfo di Cagliari nel 1793.

Nonostante l’eroica resistenza delle milizie cagliaritane, fu l’intervento del Santo protettore della città a salvarci dal sanguinoso attacco scatenando una violenta tempesta che fece affondare parte della flotta, e così i nemici rimasti dovettero battere la ritirata e l’assalto fu dunque scongiurato.

Da allora, il 15 gennaio il giorno della “nascita al cielo” del Santo che, secondo la tradizione fu martirizzato con la decapitazione da parte dei soldati dell’imperatore Diocleziano nell’antica villa di Nora proprio il 15 di gennaio del 303, oltre alla consueta processione del martirio, lo stesso giorno si è aggiunta un’altra processione pro gratiarum actione . Tale pratica si è svolta nella stessa data fino al 1815, quando L’Arcivescovo e i confratelli del tempo decisero di spostare la data al secondo giorno della Pasqua di Resurrezione, giorno in cui nella Cattedrale si cantava il Te Deum, per celebrare la ricorrenza pasquale.

La processione del lunedì dell’Angelo porta nel fedele trionfo il simulacro di Sant’Efisio, realizzato da Giuseppe Antonio Lonis, il principale scultore del settecento nato a Senorbì nel 1720 e scomparso a Cagliari, nella sua bottega di Stampace nel 1805. La grande statua, Sormontata da lunghi festosi pennacchi rossi e blu, è portata a spalla dai confratelli dalla chiesetta a lui dedicata fino alla Cattedrale di Santa Maria. Per l’inaspettata e funesta circostanza di questo tempo, per ringraziare il Santo della sua intercessione e per invocarsi ancora alla sua benevolenza, affinché ci aiuti a liberarci da questa nuova terribile pandemia, la solenne celebrazione sarà officiata dall’Arcivescovo di Cagliari S.E. Mons. Giuseppe Baturi davanti alle Sacre reliquie di Sant’Efisio, che per l’occasione, saranno portate al posto della statua, dalla chiesetta di Stampace nel grande tempio religioso.

In virtù delle disposizioni di Legge, le reliquie saranno condotte in Cattedrale in modo riservato e senza alcuna solennità, e la celebrazione metterà in luce tutta la sua eccezionalità riportandoci alla memoria la storia stessa delle sacre reliquie trafugate dai Pisani nell’anno 1088 e restituite alla città soltanto dopo ottocento anni (nel 1886).

In questo tempo di rinunce, i cagliaritani e l’intero popolo Sardo potranno comunque partecipare alla Santa Messa e unirsi in preghiera grazie ai mezzi di comunicazione impegnati in questa storica ricorrenza;

la diretta, prodotta da Ejatv e Ottavio Nieddu, sarà trasmessa su Facebook nei seguenti canali:
Ejatv
Sardegnaeventi24.it
Diocesi di Cagliari
Cagliari, la Settimana Santa
AnthonyMuroni
YouTG.net
Sul digitale terrestre la diretta sarà trasmessa da Sardegna Uno Televisione

E così, ancora una volta, con immutata devozione, potremo affidare le nostre speranze come sempre, al nostro protettore poderosu.

SardegnaEventi24.it

1582 eventi pubblicati

382 notizie pubblicate

0 aziende pubblicate

# Altre Notizie

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Google+
  • Youtube
  • Feed

TERRA DE PUNT SRL P.IVA 03794090922

Numero REA: 298042 - Iscrizione ROC: n. 32207

SARDEGNAEVENTI24 è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Sassari n. 1/2018

Sede Legale: Via Anglona 7, 09121 Cagliari

Sede Operativa: Viale Trento 15, 09123 Cagliari

X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêses Español